Le imprese di trasporto si sono unite nel piĆ¹ grande consorzio d'Italia.
080.5375870 info@consorziocoimba.it Accedi
Chinese (Traditional)EnglishFrenchGermanItalianJapaneseRussian
pedaggi 2022

Riforme per le dogane. Nuovo pacchetto dalla Commissione Europea

La Commissione europea ha dato il via libera al pacchetto di riforme delle dogane, che prevede l'implementazione graduale di un nuovo sistema a partire dal 2028 fino al 2038.
Il fulcro di questa riforma è rappresentato dal Data Hub, un portale online unico per tutta l'Unione europea, che sostituirà i 111 sistemi informatici nazionali attuali entro il 2038. Il Data Hub fungerà da punto di raccolta e archiviazione di tutti i dati delle imprese coinvolte nel commercio nel mercato unico. Sarà gestito da una nuova autorità doganale dell'UE, responsabile della supervisione dei dati presenti nell'hub.

Secondo le stime della Commissione, la sostituzione dell'attuale infrastruttura informatica doganale negli Stati membri con il nuovo Data Hub consentirà di risparmiare fino a 2 miliardi di euro all'anno in costi operativi.

Le imprese che intendono trasportare merci all'interno dell'UE potranno registrare tutte le informazioni sui propri prodotti e sulle filiere nel nuovo Data Hub doganale europeo. Se i processi aziendali e le catene di approvvigionamento saranno considerati completamente trasparenti, gli operatori commerciali più affidabili potranno far circolare le loro merci nell'UE senza l'intervento attivo delle autorità doganali ("Trust and Check"). Questa categoria, denominata Trust & Check, mira a potenziare il programma esistente degli Operatori economici autorizzati (AEO) per gli operatori affidabili.
Inoltre, i commercianti affidabili di Trust & Check potranno sdoganare le proprie importazioni presso le autorità doganali dello Stato membro in cui hanno sede, indipendentemente dal punto di ingresso delle merci.

Il Data Hub sarà aperto alle spedizioni di e-commerce nel 2028, seguito (su base volontaria) da altri importatori nel 2032. Una revisione nel 2035 valuterà se questa possibilità potrà essere estesa a tutti i commercianti quando il Data Hub diventerà obbligatorio a partire dal 2038.
Inoltre, la riforma abolirà la soglia attuale per la quale le merci di valore inferiore a 150 euro sono esenti dal dazio doganale, un'eccezione spesso sfruttata per evadere le tasse.

Le proposte legislative saranno ora trasmesse al Parlamento europeo e al Consiglio dell'Unione europea per l'approvazione, mentre il Comitato economico e sociale europeo sarà consultato in merito.

Autore / Fonte: Staff Consorzio Coimba

Richiedi informazioni

Accetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) in materia di Privacy.