Le imprese di trasporto si sono unite nel piĆ¹ grande consorzio d'Italia.

ECOTASSA FRANCIA

ECOTASSA francese – Annunciata la sospensione dell’avvio della tassa dal 1 gennaio 2014 – La protesta degli operatori
 
Le proteste degli agricoltori della Bretagna - che sono sfociate anche in incidenti tra manifestanti e polizia – e l’incontro con le autorità bretoni, hanno convinto il primo Ministro francese Ayrault ad annunciare l’ulteriore rinvio dell'applicazione dell'Ecotassa in programma per il 1° gennaio 2014.
L’introduzione dell’ecotassa fu decisa nel 2009 dal  Presidente Nicolas Sarkozy e ci si attendeva un introito annuo stimato in 1,2 mld.
La decisione, tuttavia, non è ancora stata resa formale.
 
I contadini della Bretagna avevano già ottenuto una riduzione del pedaggio sulle loro strade ma il timore è che l'introduzione dell'Ecotassa finisca per mettere fuori mercato i prodotti agricoli francesi.
Le associazioni francesi del trasporto di merci (FNTR, Unostra, CSD, TLF) hanno reso noto che la data del 1 gennaio non appare realistica e compatibile con la realtà economica delle imprese francesi ed in ogni caso le decisioni assunte dovranno tener conto di un quadro di concorrenza leale.
Ricordiamo che l’ecotassa francese prevede il ribaltamento sul committente.
La decisione di rinviare o eliminare l’ecotassa comporterebbe ovviamente problemi con la società ECOMOUV che ha già effettuato investimenti e che avrebbe un conseguente danno da tale decisione.
Con riserva di fornire ulteriori notizie, inviamo i migliori saluti.


 

Autore / Fonte: ANITA

Richiedi informazioni

Accetto il trattamento dei dati personali in conformità del Regolamento UE 679/2016 (GDPR) in materia di Privacy.